venerdì 21 agosto 2009

Aperitivo in terrazza al femminile...

Come vi dicevo ieri, è stato bellissimo rivedere le mie amiche e soprattutto approfittando di queste mezzeferie poter offrire loro un semplicissimo aperitivo estivo sul mio terrazzino fiorito!
Così mi sono data un pochino ma proprio pochino da fare ma alla fine loro sono state tanto contente, alla fine penso che non serve molto per far stare bene le persone, basta fare tutto con amore.
Quuuuiiiiiiindi sono andata di Salatini in 30 minuti di cameron , squisiti e li vedete nelle coppette a fiorellino in primo piano, poi ho preparato un pinzimonio di carotine e sedano servito con una salsa di yogurt greco e erba cipollina e un'altra con mayo e sempre cipollina.
Ovviamente i soliti pistacchi e arachidi che però sono stati snobbati in favore degli appetizer home made, che soddisfazione!
Per rinfrescare la loro ugola, stressata da chiacchiere nolimits, ho preparato un cocktail alla frutta molto improvvisato andando a tentativi e assaggi!
Cocktail alla frutta casuale (lievemente alcolico)
3 Aperol soda
2 Crodino
1 Succo Ace
1 goccio di vodka secca
Mescolate, assaggiate e nel caso aggiungete succo a piacere.
Il tocco in più solo per loro che sono i miei amori?
Nei bicchieri, decorati con una fettina di noce pesca, ho fatto trovare loro 3 cuoriciotti di ghiaccio con un ribes rosso al centro......non sono carinissimi?
Erano 2 anni che aspettavo di usarli ih ih ih che testina!
Non vi dico i loro sorrisi e mi sono beccata tanti complimenti ma anche qualche accenno al fatto che sono pazza!!!!!!!!!!
AAAAAAAAAAAAAAAAAHHHHH ADORO L'ESTATE!

3 commenti:

Antonella ha detto...

Piacere, complimenti per il blog e per tutte le cose belle, e buone che prepari!
Antonella.

Ulisse Di Bartolomei ha detto...

La condizione della donna è la diaspora che nell’attualità appare enunciata dal confronto con le culture migranti, sebbene da almeno due millenni le nuove religioni vi apposero dei marchi etici che al confronto con la moderna percezione del diritto e del giusto mostrano notevole obsolescenza. Dal Gennaio 2011 un nuovo testo disquisisce la tematica esponendo le basali induzioni che producono un approccio etico sminuente o subordinante nei confronti della femmina e adeguato anche alla stregua di manuale per prevenire i pericoli nascosti nei moti interpersonali, qualora le religioni vi aggreghino un influsso di rilievo. L’argomento primario è implementato con una scansione della vita di Gesù nella Galilea, osservata con uno scrupolo investigativo moderno e adeguato nell’evidenziare degli aspetti denotanti gli errori interpretativi, che i padri fondatori della Chiesa Cattolica potrebbero aver commesso, e gravato sulla figura femminile. L’occidente è sede della cultura emersa dominante nella storia e la questione “condizione della donna” come la conosciamo è anzitutto la deriva più eclatante delle impostazioni della Chiesa Cattolica ai suoi primordi. Aiuta inoltre a comprendere gli eventi del nostro tempo, quando le religioni appongono dominanti ruoli identificanti.
http://static.lulu.com/product/copertina-rigida/la-femmina-in-trappola/14852388/thumbnail/320

annamaria ha detto...

bellissima e freschissima ricetta grazie!!!